Giovedì 12 Aprile 2018 – STEFANO CONTI ed il viaggio nel tempo con GIULIANO L’APOSTATA

Home / Aggiornamenti / Giovedì 12 Aprile 2018 – STEFANO CONTI ed il viaggio nel tempo con GIULIANO L’APOSTATA

Flavio Claudio Giuliano, imperatore romano e filosofo, membro della dinastia costantiniana, cercò, senza successo, di riformare la religione romana a fronte della crescente diffusione del cristianesimo. Accusato di perseguitare i cristiani e da questi chiamato con l’appellativo di Apostata, morì a soli 32 anni, nel 363 d. C., combattendo in prima linea durante la campagna contro i Persiani.
Una figura controversa che ha suscitato dibattiti e discussioni nella comunità scientifica e cha ha affascinato Stefano Conti, già docente di Storia Romana ed Epigrafia Latina all’Università di Siena, tanto da studiarlo da oltre venti anni e divenire tra i più autorevoli conoscitori di Giuliano.
È autore di due monografie di carattere scientifico sull’ultimo imperatore romano dichiaratamente pagano: Die Inschriften Kaiser Julians (2004), in cui sono raccolte le epigrafi e le iscrizioni rinvenute in tutto il mondo dedicate a Giuliano, e Giuliano l’Apostata: un imperatore romano nella letteratura tedesca del Medioevo (2005), in cui ne analizza la fortuna letteraria negli autori medioevali.
Il mai ritrovato sepolcro imperiale e gli spostamenti nei secoli hanno ispirato il prof. Conti nella stesura del suo romanzo d’esordio Io sono l’imperatore (2017). Un giallo in cui storia e archeologia accompagnano il protagonista in una sorta di viaggio temporale che è chiamato a intraprendere. Francesco Speri, impiegato di banca, viene coinvolto nel recupero della salma del suo ex professore, morto in Turchia subito dopo aver annunciato il ritrovamento della tomba dell’imperatore filosofo, per secoli cercata invano dagli archeologi. Fin da subito Speri ipotizza si tratti di un omicidio e che le spoglie di Giuliano siano state trafugate insieme al tesoro sepolto con lui.
Attraverso gli occhi del protagonista, il lettore viene proiettato in un viaggio virtuale nello spazio e nel tempo, in cui si trova ad affrontare enigmi e misteri, a decifrare codici e a svelare segreti.
Il romanzo continua a riscuotere successo e consenso di critica; ha recentemente vinto, tra gli altri, il premio speciale della giura al Rende book Festival e il Diploma d’Onore al Premio Nazionale di Poesia e Narrativa Alda Merini.

Il 12 aprile il prof. Conti è stato ospite del Rotary Club di Rimini presso l’Hotel Ambasciatori con il suo incontro divulgativo sull’imperatore filosofo.
Non una conferenza accademica o una classica presentazione di un libro, ma un vero e proprio evento spettacolo in cui lo storico e scrittore ha presentato Giuliano con un approccio divulgativo e coinvolgente. Immagini evocative di luoghi lontani e affascinanti, musiche inerenti il tema, video e spezzoni di film alternati dalle letture di brani a cura dei lettori ufficiali che accompagnano lo scrittore nel suo tour itinerante: Patrizia Giardini e Marcello Moscoloni.
Un evento spettacolo unico nel suo genere, in cui il prof. Conti, grazie alla passione per la storia e alle sue doti comunicative, riesce a far rivivere le gesta e le vicende legate all’imperatore pagano.

Valeria Florenzano