Il Club

Home / Il Club

Il Club è stato fondato il 29 gennaio 1953 in Rimini ed è entrato a far parte del Rotary International il 23 Marzo 1953.

L’idea di dar vita a Rimini a un club del Rotary International fu dell’avvocato Nino Monti del Rotary Club di Forlì. Nell’estate del 1952 il professionista prese contatti con i colleghi riminesi Livio Minguzzi e Mario Montanari sollecitandoli a iniziare l’iter per la creazione del sodalizio. I due, entusiasti della proposta, dopo aver studiato a fondo lo Statuto del Rotary assimilandone i contenuti, il 30 Settembre spedivano una lettera di “convocazione” a 30 persone “di indiscussa probità e di alto valore scientifico e professionale”. Oggetto della missiva era, naturalmente, la costituzione di un club rotariano. L’invito ebbe successo: all’appello aderirono in 24. Il gruppo, trainato dai due promotori, iniziava subito una frenetica serie di incontri per approfondire significati, obiettivi e “quadri” della futura associazione.

Il 29 gennaio 1953, esauriti i “preliminari”, alla presenza del Governatore dell’87° Distretto, ingegnere Cesare Chiodi, e di un drappello di rotariani appartenenti a vari club italiani, veniva ufficialmente varato il Rotary Club Rimini. Presidente era eletto il prof. Enea Suzzi-Valli, segretario l’avv. Livio Minguzzi. Il 25 Aprile di quell’anno, durante l’assemblea a Montecatini, i 26 soci-fondatori ricevevano la “Carta fondamentale” del Club.

Con quel documento il Rotary Club Rimini iniziava a muovere i suoi primi passi all’interno del Distretto Unico Italiano (87°). Col tempo il Distretto si sarebbe suddiviso e il club sarebbe passato prima a quello delle Tre Venezie, Emilia Romagna (186°) e poi a quello della Toscana ed Emilia Romagna (207° e 2070°).